Il nostro sito utilizza i cookie per monitorare il suo utilizzo e contribuire a fornire informazioni che ci permettano di migliorarne la fruizione.
Se si continua a navigare si concede il permesso di utilizzare i cookie. Per saperne di più sui cookie e per imparare a modificare le impostazioni del browser da voi utilizzato potete consultare la nostra politica sui Cookie.

Area Riservata:

News

 

 

Wed, 6 Sep 2017

Una Città che legge: dai 5000 ai 10000€ per la promozione della lettura

Dalla lettura dipendono lo sviluppo intellettuale, sociale ed economico delle comunità: è con questa consapevolezza che il Centro per il libro e la lettura, d’intesa con l’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani attraverso la qualifica di Città che legge ha deciso di promuovere e valorizzare quelle Amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di promozione della lettura. L’intento è di riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.

Il Centro per il libro e la lettura ha pubblicato ad inizio anno un bando per finanziare progetti di promozione della lettura rivolto ai comuni che hanno la qualifica di "città che legge" e sono stati stanziati 5.000 euro per comuni sotto i 5mila abitanti e 10.000 euro per quelli con un numero di abitanti superiore. La scandenza del bando è il 18 settembre.

Un'importante novità: vengono valutati positivamente progetti che prevedono azioni di raccolta fondi per sostenere le biblioteche e le attività di promozione della lettura. Inoltre alcuni progetti eccellenti verranno premiati con una assistenza gratuita per un anno allo sviluppo del fundraising, assistenza fornita dalla Scuola di Roma nell'ambito del progetto Biblioraising.

 

Bando e formulario

 

Wed, 30 Aug 2017

Alla Mostra del Cinema di Venezia "EX LIBRIS: the New York Public Library"

In occasione della 74a Mostra del cinema di Venezia, domenica 3 settembre alle ore 21 in Sala Perla verrà proiettato il documentario in concorso di Frederick Wiseman "EX LIBRIS: the New York Public Library".

L'Autore, celebre documentarista, racconta la vita del sistema bibliotecario della New York Public Library: l'accoglienza, la ricchezza
culturale e la creatività di questa preziosa istituzione. Il film esamina in profondità come un'istituzione culturale e demografica dominante sostiene le attività tradizionali e si adatta alla rivoluzione digitale. Sundance ha finanziato il nuovo film di Wiseman nella post-produzione; Wiseman ha ricevuto un Oscar alla carriera nel 2016

 

Ulteriori informazioni sul film:
Indiewire
Zipporah

Tue, 29 Aug 2017

Fotografie libere per i beni culturali: che cosa cambia dal 29 agosto?

Fino ad oggi la fotografia con mezzo proprio in archivi e biblioteche, quando non espressamente interdetta, era vincolata al pagamento di una tariffa e di una richiesta di autorizzazione scritta preventiva. Il 2 agosto 2017 il Senato ha definitivamente approvato la Legge annuale per il mercato e la concorrenza che, tra le altre cose, sancisce la liberalizzazione delle riproduzioni digitali con mezzo proprio in biblioteche e archivi pubblici per finalità culturali.
A seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, le nuove norme entrerano direttamente in vigore martedì 29 agosto e dunque
a partire da oggi gli utenti di archivi e biblioteche potranno liberamente scattare fotografie con la propria fotocamera, smartphone, o comunque con mezzi che non prevedano un contatto diretto con i documenti (come avviene nel caso di scanner o macchine fotocopiatrici), senza l’uso di flash, stativi o treppiedi.

Inoltre "riproduzioni libere” dei beni culturali - fatta eccezione per quelli sottoposti, già a monte, a restrizioni di consultabilità per la tutela della riservatezza dei dati sensibili - non significa solo e semplicemente “riproduzioni gratuite”, ma anche esenti da qualsiasi richiesta scritta di autorizzazione e senza limitazioni in ordine al numero di scatti consentiti. Di conseguenza il materiale documentario e bibliografico di pubblico dominio che si può manipolare ordinariamente durante la consultazione si potrà liberamente fotografare, in armonia sia con quanto avviene dal 2014 nei musei dello Stato e degli enti locali per effetto dell’Art Bonus, sia con le policy dei più importanti istituti culturali europei, come i National Archives di Londra o le Archives nationales di Parigi.

Leggi l'articolo completo su PatrimonioSos

Tue, 4 Jul 2017

Thibaud Poirier - Palaces of self-discovery: A series on libraries

"La lettura è solitudine", ha detto una volta Italo Calvino, incarnando l'ispirazione che sta alla base di questo progetto. Questi templi di culto culturale raccolgono comunità, eppure l'esperienza letteraria, e quindi l'esperienza di una biblioteca, rimane solitaria. Grazie alle generazioni di studiosi che offrono una visione del passato, del presente e del futuro dell'umanità, la letteratura offre un'opportunità impareggiabile per esplorare il proprio sé dall'interno attraverso la narrazione unica che ogni lettore sviluppa all'interno di se'.È questa narrazione interna che ci forma quando siamo giovani, che matura con noi e cresce se le diamo nutrimento. È stata per molti il primo mezzo per poter viaggiare e continua ad essere la forma più accessibile di fuga per milioni di persone che cercano la conoscenza, il mondo, se' stessi. È con lo sguardo rivolto a questa improbabile commistione di spazi pubblici e di esperienze private che Poirier presenta alcune delle più belle biblioteche, sia classiche che moderne, in tutta Europa.

Biblioteche

La prospettiva di Poirier rende omaggio ai tocchi personali e alle interpretazioni della letteratura che gli architetti hanno portato in ogni biblioteca. Come impronte digitali, ogni architetto ha creato la sua visione per un nuovo spazio di questa sacra auto-esplorazione.

Leggi l'articolo completo

Tue, 13 Jun 2017

Un'estate tutta da leggere

Un’Estate tutta da Leggere è un progetto di promozione alla lettura rivolto a ragazzi e ragazze dagli 11 ai 14 anni e prevede anche l’organizzazione di momenti di animazione alla lettura nelle scuole e la possibilità di partecipare ad un concorso a premi per la migliore recensione.

Il progetto è frutto della preziosa collaborazione delle biblioteche pubbliche con gli insegnanti degli Istituti scolastici Secondari di I° grado e delle classi quinte delle scuole Primarie della tua città.

E’ un progetto di rete dello SDIAF, promosso dal Comune di Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Signa e Calenzano.

Questo è il link per accedere alla versione sfogliabile web:

https://issuu.com/edaservizi/docs/opuscolo___bibliografiaestate_17

 

Leggi l'articolo completo su OpenWeb SDIAF

Mon, 5 Jun 2017

Mona Lisa, the People and the Painting alla Biblioteca Leonardiana

A Vinci, presso la Biblioteca Leonardiana, martedì  13 giugno 2017, ore 18.00 verrà presentato in anteprima italiana il volume di Martin Kemp & Giuseppe Pallanti: "Mona Lisa, the People and the Painting" - Oxford University Press, 2017

Vedi l'overview su Oxford University Press


Per informazioni:
tel. (++39) 0571-933250
www.bibliotecaleonardiana.it

Opac EasyWeb Five: www.catalogo.bibliotecaleonardiana.it/easyweb/w2015/

Fri, 2 Jun 2017

E' uscito il programma di Eventi di Giugno delle Biblioteche Comunali Fiorentine!

Giallo Freddo Polare - Biblioteca delle Oblate e BiblioteCaNova Isolotto
Si intitola 'Giallo Freddo Polare' il ciclo di incontri che la Biblioteca delle Oblate e BiblioteCanoVa Isolotto dedicano al "giallo scandinavo", un fenomeno editoriale che ha conquistato i lettori di tutto il mondo. Primo incontro: giov. 8 giugno ore 18
 
E-state al Centro Culturale Canova!
Il Quartiere 4, BiblioteCaNova Isolotto e Sonoria inaugurano l'estate proponendo un nuovo punto di incontro dove trascorrere piacevoli serate con attivita' e eventi per adulti e bambini. Scopri tutte le proposte del programma di BiblioteCaNova Isolotto...
 
Biblioteca delle Oblate sempre piu' green
Nuovo appuntamento di 'Ortoblate', ultimo incontro del seguitissimo ciclo di conferenze 'Guarisci te stesso' e un itineerario dantesco alla scoperta dei luoghi cari al Sommo Poeta... e' ricco il calendario del mese di giugno della Biblioteca delle Oblate.
 
Un fil rouge tra Napoli e Firenze - Biblioteca Luzi
Due citta' italiane, Firenze e Napoli, si trovano al centro o sullo sfondo di quattro libri, due dei quali sono diari di viaggio di due grandi della letteraura che quelle citta' non hanno mai visitato. Primo appuntamento: martedi' 6 giugno ore 17.30.
 
Giugno alla Buonarroti
Luna piena, mare, bel tempo e... l'estate ha inizio! Questo mese la Biblioteca propone tre interessanti appuntamenti a partire da giovedi' 8 giugno.
 
Sogni d'autore - Biblioteca Thouar
La terza edizione di ''Percorsi di scrittura creativi. Sogni d'autore'' iniziata ad ottobre, avra' termine il prossimo 20 giugno. Protagonisti i corsisti della Terza Eta' che si sono cimentati nell'elaborazione di testi scritti, da leggere e commentare.
 
La nobilta' del sapere e l'insegnamento di Don Lorenzo Milani - Biblioteca ITI Leonardo da Vinci
Il 26 giugno del 1967 moriva Don Lorenzo Milani. La Biblioteca celebra il 50esimo anniversario della morte, proponendo un incontro durante il quale sara' analizzato il libro di Padre Balducci: 'L'insegnamento di Don Lorenzo Milani'. 27 giugno, ore 15.00
 
Conversazioni musicali - Biblioteca De Andre'
Ultimo appuntamento della stagione con: ''La Cenerentola'' di Rossini, presentazione dell'opera e ascolto e dei pezzi piu' salienti. Giovedi' 8 giugno, ore 17.00.
 
Visita alla Biblioteca e al giardino dell'Orticoltura
Venerdi' 30 Giugno alle 17.30 visita guidata alla Biblioteca posta all'interno del Giardino. Alle 18.00 insieme ad un esperto paesaggista della Societa' Toscana di Orticoltura alla scoperta del parco e del bellissimo tepidario.

Fri, 26 May 2017

Oblate: due sale dedicate ad Aleramo e Campana

Sono state intitolate a Sibilla Aleramo e Dino Campana due sale della biblioteca all’interno del complesso bibliotecario delle Oblate di Firenze.

E’ stata dedicata alla scrittrice e poetessa Sibilla Aleramo la nuova sala conferenze della biblioteca, mentre al poeta la sala storica, entrambe al piano terreno.
 
Alla cerimonia questa mattina erano presenti, tra gli altri, l’assessore alla Toponomastica Andrea Vannucci e la presidente della commissione Cultura Maria Federica Giuliani.
 
Vannucci ha dichiarato: “E’ un privilegio intitolare due sale della biblioteca delle Oblate a due grandi rappresentanti della poesia di questo Paese. Un luogo di cultura frequentato ogni giorno da tantissimi ragazzi, che mi auguro trovino in queste targhe lo spunto e la voglia di conoscere le poesie di Dino Campana e Sibilla Aleramo. L’intenzione è quella di proseguire in questo percorso di toponomastica intitolando anche le altre sale”.
“Cento anni dopo – ha detto la presidente Giuliani – riconciliamo una storia d’amore travagliata in un luogo simbolo per la letteratura e i libri. Qui, alle Oblate, una casa per il loro amore”

 

 

Fonte: Controradio.it

Thu, 25 May 2017

Firenze, le Oblate festeggiano i primi dieci anni di vita

È come se una città persino più popolosa dell'intera area metropolitana di Roma fosse passata dalle Oblate negli ultimi 10 anni. Quasi 5 milioni di presenze, che in media significa oltre 1.300 persone al giorno tra le sale di lettura, l'emeroteca, le iniziative per i bambini, le presentazioni di libri e la splendida altana, con caffetteria e vista mozzafiato sulla città. È un compleanno da record quello che si appresta a festeggiare la storica biblioteca di via Sant'Egidio, attualmente di via dell'Oriuolo.

Sono passati 10 anni da quel 25 maggio del 2007 quando la biblioteca prese forma nell'assetto attuale. E oggi, coi grandi numeri che sono in grado di sfoggiare, le Oblate raccontano una "good news": la sfida di una biblioteca "calamita", soprattutto di giovani studenti ma anche di turisti, famiglie con bambini, anziani e nuovi utenti come i migranti, che qui trovano libero accesso al web. In un paese dove si legge sempre meno le Oblate segnano un boom inusitato. Con mumeri importanti, appunto. Negli ultimi dieci anni la biblioteca ha registrato 4,9 milioni di presenze, calcolate secondo le rilevazioni effettuate nei giorni campione, poi elaborate con un criterio statistico. Numeri in forte incremento a partire dal 2003, quando nella biblioteca Centrale di Via Sant'Egidio le presenze furono 28mila, mentre nel 2016 sono arrivate a 535mila.

Cresce anche il patrimonio bibliotecario, da 41mila volumi a 137mila nella stessa fascia temporale. E crescono gli iscritti alla biblioteca, che furono 6.893 nel 2007 e oggi sono diventati 88.125. Quasi 100 mila i materiali acquisiti tra libri, giornali, video: 92.983. E ormai presto si raggiungerà la quota del milione di prestiti, ad oggi siamo a 921.524 prestiti locali, 20.616 prestiti interbibliotecari in uscita, 36.719 prestiti interbibliotecari in entrata. Boom anche delle iniziative, quelle per bambini e le presentazioni come quelle del ciclo "Leggere Per Non Dimenticare": 232.485 partecipanti alle iniziative solo dal 2009 al 2016 e 382.952 collegamenti Internet dalle postazioni fisse della biblioteca, utilizzate spesso da cittadini stranieri.

Palazzo Vecchio si prepara a festeggiare i 10 anni delle Oblate con circa 40 eventi (fino al 28 maggio). Il sindaco Dario Nardella, che oggi sarà alle Oblate per festeggiare questo importante compleanno, spera anche di riuscire a portare in fondo l'ambizioso progetto di espansione
della biblioteca, le cosiddette "Grandi Oblate", in ritardo di un paio d'anni sulla tabella di marcia per via della difficoltà del museo di preistoria che ancora non trova una nuova sede per liberare il primo piano. «Dopo dieci anni possiamo constatare che le Oblate hanno confermato la loro vocazione rispondendo alle esigenze più diverse della popolazione e si preparano alle sfide del futuro», rivendica Tommaso Sacchi della segreteria cultura del sindaco.

Fonte: La Repubblica - Firenze

Wed, 17 May 2017

Dieci canzoni che parlano di biblioteche e bibliotecari

Articolo su Giornale della Libreria

Dopo aver stilato una lista dei loro bibliotecari immaginari preferiti – da Mariam del musical The Music Man a Madama Pince di Harry Potter, passando per Rupert Giles della serie televisiva cult dei primi anni Duemila Buffy l'ammazzavampiri – i dipendenti della New York Public Library hanno condiviso sul loro blog un elenco di dieci canzoni che parlano di biblioteche e bibliotecari. I pezzi, scelti da Philip Sutton della sezione di storia americana e genealogia, fanno tutti naturalmente parte della collezione audio della NYPL.

1. Karen
/ The Go-Betweens
«L’unica che conosco a lodare le capacità di ricerca e consultazione del catalogo di un bibliotecario» commenta Sutton.


2. Young Adult Friction / The Pains Of Being Pure At Heart
Il gioco di parole del titolo anticipa i contenuti del testo: gli approcci fisici in biblioteca.

3. Library Rap
/ MC Poindexter and the Study Crew 
«Basta con l’indie-pop libresco. Passiamo al (finto) rap libresco» scrive Sutton.


4. Lost In The Library
/ Saint Etienne
Un rilassante pezzo strumentale. Come una biblioteca.


5. Thee Ecstatic Library
/ Comet Gain
Il testo dice «Music will save you again and again». «E dove si trova la musica, se non in biblioteca?» commenta Sutton. «Quindi la biblioteca ti salverà, ancora e ancora».


6. At the Library
/ Green Day
Il timido protagonista vede la ragazza per cui ha una cotta lasciare la biblioteca in compagnia del suo fidanzato. Ma non è amareggio, forse si incontreranno ancora. Forse proprio in biblioteca.


7. French Navy
/ Camera Obscura
«Spent a week in a dusty library / Waiting for some words to jump at me» recita il testo.


8. Swinging London
/ The Magnetic Fields
«I read your manifestos and your strange religious tracts. / You took me to your library and kissed me in the stacks». Speriamo che fosse una biblioteca di pubblica lettura.

9. Library Card
/ Frank Zappa
Una critica all’istruzione occidentale? Una distopia autoritaria in cui la tessera della biblioteca smette di essere la porta d’accesso alla conoscenza e diventa un mezzo di controllo da parte dello Stato? Forse.

10. Lisa Librarian
 / Velocity Girl
«I'd like to tell you something  / But I have to think of something first. / I want to visit you at work / It is all quiet / It is so quiet at work».